Pubblicato il

Graham ottiene sollievo dal toccare i punti di pressione chiave

Graham ottiene sollievo dal toccare i punti di pressione chiave

Sulla base dei risultati della tua valutazione, il neuropsicologo può programmare più appuntamenti, dove completerai esercizi cognitivi su misura per le tue esigenze. Questi possono essere con il neuropsicologo o un altro professionista, come un logopedista o un terapista occupazionale.

Beier in genere non chiede alle persone di fare esercizi cognitivi da sole a meno che non vivano in un luogo remoto. “Penso che i programmi su misura che logopedisti, terapisti occupazionali o neuropsicologi abbiano la maggior parte delle prove dietro di loro”, spiega.

Allo stesso modo, mentre fare alcuni esercizi cognitivi basati sul computer a casa può aiutare la tua cognizione, ciò non significa che ne trarrai beneficio tanto quanto faresti da un programma più personalizzato, dice Beier.

Un esempio di un approccio molto personalizzato è che per qualcuno che ha problemi con la velocità su determinate attività legate al lavoro, un neuropsicologo o un altro fornitore “potrebbe fargli portare un progetto dal lavoro e tempo per vedere se possono aumentare la loro efficienza”, Note di Beier. Ma il tuo fornitore può anche scegliere esercizi da manuale per te in base a quali aspetti della tua cognizione necessitano di miglioramento.

Se pensi che vedere un neuropsicologo possa essere utile per i tuoi sintomi cognitivi, Beier sottolinea che dovresti farlo sapere. “In questo momento, penso che quello che sta succedendo è che se i pazienti difendono se stessi o i membri della famiglia sostengono, di solito vengono indirizzati a un neuropsicologo”, dice.

Ma Beier esorta tutte le persone con SM a sottoporsi a uno screening cognitivo, anche se non è di un neuropsicologo.

“Ottenere una valutazione neuropsicologica è un’opportunità per capire quali sono le tue aree di forza e debolezza”, osserva. “Esistono strategie per migliorare quelle aree di debolezza e prima interverremo, migliori saranno i tuoi risultati. “

Iscriviti alla nostra newsletter sulla sclerosi multipla!

L’ultima novità nella sclerosi multipla

MS non mi deruberà di tutti i piaceri della vita

Di Trevis Gleason, 29 aprile 2021

Lo studio del farmaco sperimentale per la SM Evobrutinib ha dato risultati incoraggianti

Evobrutinib è il primo nella classe di farmaci inibitori della BTK da valutare per il trattamento della SM.

Di Brian P. Dunleavy, 26 aprile 2021

20 anni di convivenza con la SM, inediti

Di Trevis Gleason, 23 aprile 2021

Il farmaco Ponvory per la sclerosi multipla recentemente approvato riduce l’affaticamento, studi dimostrano

Ponvory riduce anche le ricadute e le nuove lesioni nelle persone con forme recidivanti di SM.

Di Brian P. Dunleavy, 21 aprile 2021

Con la SM, l’isolamento sociale era la mia norma prima della pandemia di COVID-19

Di Mona Sen, 21 aprile 2021

In che modo il tuffo e il riemergere di Gannet mi ricordano la vita con la SM

Di Trevis Gleason, 15 aprile 2021

Telemedicina per la cura della SM: due pollici in su

I pazienti con SM e gli operatori sanitari affermano che vorrebbero mantenere le visite virtuali come opzione in futuro, anche dopo che la pandemia si sarà placata. . .

Di Don Rauf, 13 aprile 2021

Come il mio dialogo interiore mi protegge fisicamente ed emotivamente

Di Mona Sen, 9 aprile 2021

Come imposto uno spazio di lavoro a casa pensando alla SM

Di Trevis Gleason, 9 aprile 2021

L’importanza di curare i muscoli quando si ha la SM

Di Trevis Gleason, 1 aprile 2021 “

La vertigine è spesso descritta come una sensazione di rotazione o caduta, o la sensazione che la stanza giri intorno a te. Fonte immagine / Corbis

Ci sono giorni in cui Amanda Ellis Graham, di Salt Lake City, si sente come se il tappeto le fosse stato tolto da sotto. Paragona le vertigini con cui vive a camminare su un trampolino.

Graham, a cui è stata diagnosticata la sclerosi multipla (SM) quando aveva 18 anni, combina farmaci quotidiani e altri approcci per aiutare a controllare le sue vertigini. Tuttavia, ha avuto un grave impatto sulla sua qualità di vita.

Ora sulla trentina, Graham dice che le vertigini sono state il suo sintomo più debilitante della SM. Attualmente beneficia di prestazioni di invalidità e non guida più perché le sue vertigini gravi sono imprevedibili e spaventose.

“È come quando attraversi una casa divertente, e ci sono quei pavimenti mobili e luci lampeggianti”, dice. “Ti senti come se stessi per vomitare quando diventa davvero intenso. “Spesso cerca di concentrarsi su qualcosa che non si muove per” resettare “il suo cervello.

“La gente chiederà: ‘Devi andare a sdraiarti?'” Dice Graham. “È una domanda comprensibile, ma sdraiarsi in realtà peggiora le cose. “Con l’aiuto del suo medico, ha escogitato le sue strategie per affrontare le vertigini, come concentrarsi su un oggetto fermo ed evitare il rumore e le luci intense per ridurre il sovraccarico sensoriale.

Che cosa causa le vertigini nella SM

Non sappiamo perché le persone con SM soffrano di vertigini, afferma John Pula, MD, assistente professore di neurologia presso l’Università dell’Illinois College of Medicine di Peoria. Una ricerca del Dr. Pula pubblicata sul Journal of Neurology suggerisce che quando la SM è più attiva – il che significa che si stanno formando nuove lesioni cerebrali o che quelle vecchie stanno diventando più grandi – le vertigini sono più spesso segnalate.

“Quello che abbiamo scoperto è che ci sono molte parti del cervello responsabili della produzione di vertigini”, dice Pula. “Le vertigini acute possono verificarsi nella SM e possono essere responsabili di alcuni dei sintomi e della disabilità che si verificano nella SM. “

Oltre a una relazione tra le lesioni cerebrali e le vertigini, Pula afferma che ci sono altri motivi per cui le persone con SM potrebbero provare più vertigini di altre, tra cui:

Vertigine posizionale benigna. Questa è una sensazione causata dalla lussazione dell’orecchio interno. Poiché cadute e traumi possono causare questo, le persone con SM, che tendono a cadere più spesso, possono essere maggiormente a rischio. Cambiamenti nella visione. Il tuo senso di equilibrio dipende in parte dal tuo sistema visivo. I cambiamenti della vista correlati alla SM possono anche portare a una sensazione di capogiro o vertigini anche se si è in piedi o seduti. Cambiamenti nelle strutture cerebrali. Se la SM attacca il cervelletto, il tuo equilibrio può risentirne.

Altre condizioni possono includere tumori benigni del nervo acustico che collega l’orecchio e il cervello e l’infiammazione dell’orecchio medio, secondo la National Multiple Sclerosis Society. Poiché le possibili cause e sintomi delle vertigini variano, anche i trattamenti lo fanno. Collabora con il tuo medico per individuare la causa delle vertigini. Quando vedi il tuo medico, cerca di essere il più specifico possibile nel descrivere ciò che senti.

Un consiglio quando parli con il tuo medico: se possibile, stai lontano dalla parola “vertigini”.

“Non è così descrittivo”, afferma Helen Cohen, specialista in riabilitazione vestibolare, dottore in scienze dell’educazione, professoressa di otorinolaringoiatria e direttrice associata del Center for Balance Disorders presso il Baylor College of Medicine di Houston.

“Ho avuto persone che sono entrate e hanno detto di avere le vertigini, ma in realtà intendono fuori equilibrio, mentre un’altra persona significa stordimento. Le persone con le vertigini in genere si sentono in movimento: è un senso di movimento interno. “

“Fai attenzione a quello che dici al tuo medico, perché è la tua descrizione che metterà il tuo medico sulla buona strada per risolvere il tuo problema”, sottolinea il dottor Cohen.

Sottolinea che per la maggior parte delle persone, le vertigini non sono una situazione di emergenza e possono essere affrontate alla prossima visita dal medico. Ma consiglia di andare al pronto soccorso per vertigini acute se:

Hai un’improvvisa perdita dell’udito Hai fattori di rischio per malattie cardiache Hai altri segni di un ictus, come un improvviso mal di testa o perdita della parola e della coordinazione motoria Hai anche nausea e vomito Sei caduto o hai perso conoscenza Sospetti un sovradosaggio o un’interazione negativa che coinvolge alcol, droghe o farmaci

Affrontare le vertigini

Le vertigini possono essere spaventose, fastidiose, frustranti e preoccupanti. Sperimenta varie strategie per ridurre le vertigini:

Rivedi i tuoi farmaci. I farmaci possono causare effetti collaterali come vertigini e vertigini. Controlla i tuoi farmaci con il tuo medico o il farmacista per assicurarti di prenderli correttamente e che non ci siano interazioni indesiderate. Ottieni un controllo totale dello stato di salute. Sebbene le vertigini e la SM vadano di pari passo per alcune persone, non dare per scontato che la SM sia la causa principale. Ictus, infezioni, disidratazione, ipoglicemia, invecchiamento e malattie cardiache possono tutti contribuire alle vertigini. Se hai le vertigini, informa il tuo medico. Tratta le vertigini. Sulla base della valutazione del tuo medico, potresti aver bisogno di farmaci aggiuntivi temporaneamente o su una base a lungo termine per trattare la vertigine o la sua causa. Usa dispositivi di assistenza. Graham dice che le ci è voluto un po ‘per accettare che l’uso di un bastone le sarebbe stato utile. https://harmoniqhealth.com/it/prostaticum/ Ora, guardando indietro negli ultimi anni, “Non so quante volte sarei caduto se non avessi usato quel bastone”, dice. Un bastone o un deambulatore possono stabilizzarti quando ti senti fuori di equilibrio. Rimani idratato. Graham considera l’assunzione di liquidi a sufficienza una priorità e dice che questo aiuta a ridurre i suoi sentimenti di vertigine. È anche un buon consiglio per la salute in generale, quindi bevi! Prova la digitopressione. Graham ottiene sollievo dal toccare i punti di pressione chiave. Lavora con un agopuntore o uno specialista della digitopressione per capire quali punti di pressione funzionano meglio per te. Conosci i tuoi momenti migliori. Se c’è uno schema in cui avverti le vertigini durante la tua giornata, rispettalo. Completa le attività che richiedono un buon senso di equilibrio, come la doccia o pulire la casa, quando hai meno vertigini. Prendi in considerazione la riabilitazione vestibolare. Lavora con uno specialista in quest’area della riabilitazione su esercizi specifici che possono migliorare la tua qualità di vita. Consulta un chiropratico. Di tanto in tanto, dice Pula, manipolazione manuale della testa sono dimostra vertigini. Esercizio. Le vertigini potrebbero farti desiderare di rimanere fermo, ma Cohen crede che essere fisicamente attivi possa aiutare a ridurre le sensazioni di esso in alcune persone. Scegli attività sicure e appropriate.

La linea di fondo, dice Cohen, è che non devi accettare di vivere con le vertigini per sempre. “È estremamente raro avere vertigini che non possono essere curate o aiutate”, dice.

Iscriviti alla nostra newsletter sulla sclerosi multipla!

L’ultima novità nella sclerosi multipla

MS non mi deruberà di tutti i piaceri della vita

Di Trevis Gleason, 29 aprile 2021

Lo studio del farmaco sperimentale per la SM Evobrutinib ha dato risultati incoraggianti

Evobrutinib è il primo nella classe di farmaci inibitori della BTK da valutare per il trattamento della SM.

Di Brian P. Dunleavy, 26 aprile 2021

20 anni di convivenza con la SM, inediti

Di Trevis Gleason, 23 aprile 2021

Il farmaco Ponvory per la sclerosi multipla recentemente approvato riduce l’affaticamento, studi dimostrano

Ponvory riduce anche le ricadute e le nuove lesioni nelle persone con forme recidivanti di SM.

Di Brian P. Dunleavy, 21 aprile 2021

Con la SM, l’isolamento sociale era la mia norma prima della pandemia di COVID-19

Di Mona Sen, 21 aprile 2021

In che modo il tuffo e il riemergere di Gannet mi ricordano la vita con la SM

Di Trevis Gleason, 15 aprile 2021

Telemedicina per la cura della SM: due pollici in su

I pazienti con SM e gli operatori sanitari affermano che vorrebbero mantenere le visite virtuali come opzione in futuro, anche dopo che la pandemia si sarà placata. . .

Di Don Rauf, 13 aprile 2021

Come il mio dialogo interiore mi protegge fisicamente ed emotivamente

Di Mona Sen, 9 aprile 2021

Come imposto uno spazio di lavoro a casa pensando alla SM

Di Trevis Gleason, 9 aprile 2021

L’importanza di curare i muscoli quando si ha la SM

Di Trevis Gleason, 1 aprile 2021 “

Scopri come aumentare la consapevolezza del morbo di Alzheimer e di altre forme di demenza. iStock

Si stima che oggi 5,5 milioni di americani convivono con la malattia di Alzheimer. La malattia di Alzheimer è la causa più comune di demenza – un termine generico per la perdita delle capacità cognitive abbastanza gravi da interrompere la vita quotidiana – rappresentando dal 60 all’80% dei casi, secondo l’Alzheimer’s Association.

Si prevede che entro il 2050 il numero di persone di età pari o superiore a 65 anni affette da demenza di Alzheimer raggiungerà 13. 8 milioni.

Mentre oggi sono disponibili alcuni farmaci che possono migliorare temporaneamente i sintomi cognitivi, nessuno può rallentare o fermare il danno e la distruzione dei neuroni che causano i sintomi dell’Alzheimer e alla fine rendere la malattia fatale.

A giugno, l’Alzheimer’s Association aumenta la consapevolezza del morbo di Alzheimer e di altre demenze durante il mese di Alzheimer e della consapevolezza del cervello. Attraverso eventi di raccolta fondi e campagne mediatiche e attraverso piattaforme di social media, l’organizzazione mira ad aumentare la consapevolezza del pubblico sulla malattia di Alzheimer, aiutare le famiglie che affrontano la malattia a saperne di più sulle risorse disponibili e incoraggiare le persone a essere coinvolte per sostenere la causa.

“Più consapevolezza aumentiamo, più azione ispiriamo, più siamo vicini a un trattamento, alla prevenzione e, in ultima analisi, a una cura”, afferma Ruth Drew, consulente professionista autorizzato e direttore dei servizi di informazione e supporto presso l’Alzheimer’s Association.

Il viola è il colore ufficiale dell’Associazione Alzheimer e per tutto il mese di giugno le persone in tutto il mondo indossano il viola per sensibilizzare e aiutare a combattere l’Alzheimer. L’abbigliamento e gli accessori viola sono disponibili sul sito web dell’organizzazione.

Giorni e settimane di sensibilizzazione

Ogni anno, nel solstizio d’estate – il giorno con più luce, quest’anno che cade il 20 giugno – l’Associazione Alzheimer promuove “The Longest Day. “

I partecipanti di tutto il mondo si riuniscono ogni anno per aiutare a “resistere all’oscurità dell’Alzheimer” attraverso un’attività di loro scelta.

L’organizzazione suggerisce ai partecipanti di trasformare qualsiasi attività preferita, dal basket alla pasticceria, dai giochi di carte all’artigianato, in una raccolta fondi per sostenere la cura, il supporto e gli sforzi di ricerca dell’organizzazione.

Per registrare un’attività di raccolta fondi, ottenere idee o iscriverti al volontariato, visita The Longest Day sul sito web dell’Alzheimer’s Association.

Passeggiate, eventi ciclistici e flag football

Ogni anno, più di 600 comunità in tutto il paese organizzano eventi Walk to End Alzheimer per aumentare la consapevolezza e i fondi per la cura, il sostegno e la ricerca dell’Alzheimer.

Nel 1989, nove capitoli dell’Alzheimer Association hanno tenuto il primo Memory Walk, con 1.249 partecipanti che hanno raccolto $ 149.000. Nel 1993, l’evento si è diffuso a livello nazionale, con eventi in 167 località e ha raccolto $ 4. 5 milioni. Nel 2018, più di 65.000 team hanno partecipato a più di 600 passeggiate in tutto il paese, raccogliendo più di 90 milioni di dollari.

Oggi, la Walk to End dell’Alzheimer’s Association è il più grande evento al mondo per aumentare la consapevolezza e i fondi per la cura, il sostegno e la ricerca dell’Alzheimer. I partecipanti di tutte le età e abilità sono i benvenuti. Le passeggiate sono comprese tra due e tre miglia. Puoi registrarti per una passeggiata come capitano della squadra, membro della squadra o individuo. Sebbene non vi siano costi per registrarsi a una passeggiata, i partecipanti sono incoraggiati a raccogliere fondi, sia per contribuire alla causa sia per aumentare la consapevolezza del morbo di Alzheimer nelle loro comunità. Trova una passeggiata vicino a te utilizzando lo strumento sul sito web dell’Alzheimer’s Association.

Ecco solo alcune delle passeggiate in programma per il 2020:

Walk to End Alzheimer’s, Twin Cities, Minnesota, 26 settembre 2020 Walk to End Alzheimer’s, Greater Boston – Cambridge area, 27 settembre 2020 Walk to End Alzheimer’s, New York City, 24 ottobre 2020 Walk to End Alzheimer’s, Los Angeles, 7 novembre Walk to End Alzheimer’s, Miami, Florida, 14 novembre 2020

L’Alzheimer’s Association Ride to End ALZ è un evento ciclistico di un giorno per partecipanti dai 13 anni in su.